Luogo: Napoli, Italia

Anno: 2019

Categoria: architettura, interni

Tipo: produttivo

Cliente: privato

Stato: in corso

Area: 1’200 mq

Progettazione: Mario Coppola

Gruppo di lavoro: arch. Chiara Pisapia (assistenza alla progettazione), ing. Francesco Taglialatela (strutture), ing. Ludovico Fariello (impianti meccanici), ing. Alfredo Passaro (stima economica preliminare)

Il progetto per il centro produttivo Formicola prende le mosse dal volume del corpo prefabbricato in ce­mento armato, un parallelepipedo 26x24x10m.

Preso atto del “peso” ditale blocco. l’idea proget­tuale consiste nel dividere il volume in due parti: una fascia sottostante, di colore antracite, e il restante corpo di colore bianco. In questo modo il volume ri­sulta scomposto in due elementi più snelli anziché da un monolite, guadagnando in leggerezza.

Il “nastro” antracite sporge dall’edificio attraverso una geometria continua e dinamica. ispirata alle pieghe dei tessuti e alle geometrie naturali, e si apre, generando l’ingresso. Una piccola tettoia ne accompagna l’apertura, svuotando l’angolo sinistro dell’edificio, chiuso da una parete vetrata.

La superficie antracite esterna “entra” nella hall del centro, trasformandosi in una “pelle” architettonica che avvolge tutto il grande spazio longitudinale at­traversato dalla scala. Da questo ambiente è subito visibile, entrando, la produzione, sepa­rata dall’ingresso da un diaframma trasparente; il controsoffitto, proseguendo il movimento iniziato all’esterno dalla pensilina, accompagna lo spazio e lo sguardo al piano di sopra, dove si trova lo show­room, interamente vetrato.